Macrochef » Blog

Richiedi le tovagliette dei Mandala da colorare!

Tovaglietta Mandala da colorare

SEI UN RISTORATORE MACROCHEF? TI REGALIAMO LE DIVERTENTI TOVAGLIETTE DA COLORARE!

Per intrattenere i bambini che vengono a mangiare nel tuo locale abbiamo pensato di realizzare delle simpatiche tovagliette di carta con un mandala da colorare.

Sarà divertente per loro sbizzarrirsi con cretività e fantasia mentre i grandi parlano “delle loro cose noiose”.

Ti piacerebbe ricevere le nostre tovagliette? Inviaci la richiesta entro il 15 luglio 2015 all’indirizzo macrochef@gruppomacro.com!

E se non se il tuo ristorante non è ancora iscritto a MacroChef… scopri come fare!

Scopri tantissimi Mandala da colorare su gruppomacro.com/mandala

Pubblicato in news

Vinci una Cena MacroChef

buono_macro_chef_scopri_come

Vinci una Cena MacroChef è il concorso dedicato a tutti i Ristoranti MacroChef e ai loro ospiti. Tutti gli anni uno tra gli iscritti alla newsletter di MacroChef.it può essere sorteggiato e vincere una cena faraonica presso un ristorante MacroChef a sua scelta.

Il vincitore della prima edizione MacroChef

L’Agriturismo Il Colibrì di Calci (Pisa) è stato scelto dalla vincitrice Jimena Sibillotte per gustarsi il buono premio dell’edizione 2014 del concorso. La cena è stata offerta dal Gruppo Editoriale Macro, e come premio per l’entusiasmo dimostrato dalla gentilissima Rita, lo staff di MacroChef ha prodotto una video intervista e una galleria di foto con i piatti scelti dalla vincitrice per la sua cena omaggio!

La video intervista a Rita dell’Agriturismo “Il Colibrì”

Immagine anteprima YouTube

Il menù scelto dalla fortunata vincitrice

Vorresti essere il Ristorante scelto per l’edizione 2015 di MacroChef?

Iscriviti subito a MacroChef 2015, il concorso è riservato ai Ristoranti MacroChef. Quando riceverai il Kit promozionale gratuito potrai regalare un fantastico ricettario ai tuoi ospiti, e invitarli ad iscriversi alla nostra newsletter.

Se uno dei tuoi ospiti sarà estratto avrai anche tu la possibilità di vedere pubblicata la tua video intervista e il menù del vincitore. Fai sapere a tutti che nel tuo ristorante c’è il Gusto della Salute!

Hai cenato in un ristorante MacroChef e ci torneresti volentieri da vincitore?

Iscriviti alla nostra newsletter! La tua email potrebbe essere estratta per l’edizione 2015 del concorso! L’estrazione avverrà entro Settembre 2015.

Buona fortuna e buon appetito!

Pubblicato in Senza categoria

Intervista: agriturismo Il Colibrì

Facciata_Il Colibrì

Da quanti anni è aperto l’agriturismo Il Colibrì ? Raccontaci un po’ la tua storia e quella del tuo locale.

Siamo aperti da 4 anni, questa è la nostra casa che accoglie i clienti nella nostra sala da pranzo come se fossero amici di famiglia. I posti disponibili a tavola sono solo una dozzina, l’ambiente è quindi molto raccolto, l’atmosfera è calda grazie all’interno tipico delle antiche case toscane, con soffitti a travicello e camino acceso già in autunno e fino a primavera.

Dario si occupa soprattutto dell’azienda agricola grazie alla quale produciamo olio d’oliva extravergine dei monti pisani e ortaggi provenienti dal nostro orticello sinergico “Ortomagno”.
In cucina ci sono io (Rita), cuoca curiosa e allegra!

Proponi già un menù vegetariano o vegano ai tuoi clienti?

La nostra proposta all’agriturismo Il Colibrì è esclusivamente vegan. Eccovi alcuni dei nostri piatti forti:
Zuppa di zucca, castagne e cavolo nero
Risotto Vialone nano semintegrale con rape rosse e anacardi
Mousse di sedano rapa e tempeh marinato alle erbe aromatiche

..e tanto altro ancora vi aspetta all’agriturismo Il Colibrì!

Come sei venuto a conoscenza di MacroChef e cosa ti è piaciuto dell’iniziativa?

Ho scoperto l’iniziativa grazie alla consultazione del sito di Macroedizioni, cercando alcuni libri.

Chi è abituato a mangiare soprattutto proteine animali considera l’alimentazione a base vegetale poco appetitosa. Esiste secondo te un modo per far cambiare loro idea?

Sì, è possibile, noi lo facciamo “sul campo” . La nostra grande soddisfazione sta nel commento di alcuni onnivori che ci confidano a fine cena di non aver percepito la mancanza della carne, non ci hanno proprio pensato…

In ogni caso crediamo che sia importante presentare piatti dall’aspetto appetitoso e dal gusto deciso ma rispettoso della delicatezza richiesta da alcune verdure ed ortaggi.

Tornando al tuo agriturismo, quali sono le principali peculiarità che i clienti possono trovare una volta entrati?

L’accoglienza è un nostro punto di forza, ci presentiamo e diamo la mano a ciascun cliente; scambiamo qualche parola di benvenuto e ci premuriamo di sapere da dove provengono e se hanno avuto difficoltà a rintracciare la nostra casa.

Dedichiamo qualche minuto al menù della serata, sempre diverso grazie alle infinite combinazioni possibili tra verdure di stagione, legumi, cereali, pasta, zuppe, dolci ecc.

Con così pochi coperti conserviamo uno storico delle varie proposte e siamo in grado di proporre abbinamenti sempre diversi anche ai clienti abituali. A fine serata con qualcuno si diventa amici! Alle persone interessate richiediamo una mail per poter rimanere in contatto e pubblicizzare gli incontri della scuola di cucina che ha sede presso la nostra abitazione. L’associazione alla quale abbiamo dato vita nel 2012 si chiama La Macrobiotica Allegra e si occupa di cucina senza l’uso di prodotti animali, filosofia macrobiotica e pratica agricola.

Se dovessi descrivere Il Colibrì con tre aggettivi, quali sceglieresti?

Romantico, sorprendente, rispettoso della vita dei nostri amici animali.

Chiudiamo con un sorriso: siamo nell’era degli slogan “piacioni”. Inventane uno su due piedi per promuovere il tuo locale.

Mangia sano, mangia vegano…

Facciata_Il Colibrì Ravioli di borragine

Pubblicato in ristoranti

MacroChef – le Ricette: PDF in omaggio… se rispondi al sondaggio!

MacroChef - Le Ricette - PDF

Oramai è diventato oggetto di culto per tutti gli amici di MacroChef. Moltissimi lo hanno ricevuto in omaggio in uno dei Ristoranti MacroChef, altri hanno avuto l’opportunità di riceverlo al SANA 2014.

Ora finalmente tutti potete scaricare MacroChef – Le Ricette rispondendo al Sondaggio MacroChef. E’ facile, richiede al massimo 5 minuti, e al termine potrete scaricare MacroChef – Le Ricette in PDF!

RISPONDI AL SONDAGGIO E VINCI L’OMAGGIO

CLICCA QUI!

 

Pubblicato in news

Intervista: Hotel Acler

facciata Hotel Acler

Da quanti anni è aperto l’Hotel Acler? Raccontateci un po’ la vostra storia e quella del vostro locale.

Il nostro ristorante nasce come ristorante dell’Hotel Acler, un antico maso rurale che nel corso della seconda metà del ‘900 è stato trasformato dalla famiglia Acler in albergo.  Da quando lo gestiamo io e mia moglie Carmen abbiamo voluto proporre una cucina attenta al benessere dell’ospite e a soddisfare, gusto vista e olfatto. Nell’Hotel Acler offriamo un ambiente accogliente e informale. Le stanze sono confortevoli, ci sono spazi comuni per il relax, i giochi e divertimenti, le sale sono adatte anche a corsi e seminari.

La nostra lunga ricerca ed esperienza rivolta al benessere genuino ed alla salute è messa a disposizione dell’ospite. L’atmosfera che offriamo è di tranquillità e relax, immersi nella natura di Levico e del Trentino. La struttura è posta a pochi passi dal Parco delle terme, dal centro città e dallo splendido lago di Levico.

Proponete già un menù vegetariano o vegano ai vostri clienti?

Abbiamo iniziato da tempo a proporre qualche piatto vegetariano nel nostro menu e da quest’anno proponiamo sempre una scelta vegetariana o vegana nel nostro menu, sia a pranzo che a cena. Selezioniamo e offriamo cibi sani,  biologici e biodinamici a filiera breve.

Abbiamo parecchi piatti che sono molto apprezzati dai nostri clienti , anche dalle persone che non sono necessariamente vegetariane o vegane: lo sformato di lenticchie, le polpette di ceci crudi su salsa bianca vegana e la panna cotta vegana ai frutti di bosco. Prediligiamo l’uso di cereali e legumi  per evitare di proporre seitan o tofu.

Come siete venuti a conoscenza di MacroChef e cosa vi è piaciuto dell’iniziativa?

In occasione dell’incontro di Rimini “Vivi il benessere”. Abbiamo apprezzato il modello di comunicazione molto chiaro e completo, la semplicità per aderire e  naturalmente la possibilità di aumentare la visibilità e avvicinare nuova clientela sensibile alle tematiche del vivere sano in tutti i sensi.

Chi è abituato a mangiare soprattutto proteine animali considera l’alimentazione a base vegetale poco appetitosa. Esiste secondo voi un modo per  far cambiare loro idea?

Questo è sicuramente un punto importante per la ristorazione vegetariana: da una parte c’è un pregiudizio culturale, dall’altra un eccesso di sale,  condimenti e insaporitori nell’alimentazione tradizionale con alimenti di produzione industriale e della grande distribuzione. Questo spesso impoverisce la sensibilità del gusto o la rende dipendente dagli aromi artificiali. La nostra reale esperienza è che l’ospite che incontra per la prima volta un piatto vegetariano o vegano lo apprezza per sapore, per colore, per la sorpresa degli abbinamenti degli ingredienti e naturalmente anche per le proprietà nutritive alternative alle proteine animali. Certamente si deve fare uno sforzo di fantasia nel creare il piatto, con un aspetto cromaticamente gradevole, esaltando i profumi degli ingredienti e dei condimenti.

Il presupposto è comunque una conoscenza profonda di tutte le caratteristiche organolettiche, nutritive e anche curative e spirituali degli ingredienti: questo aspetto è per noi il vero valore aggiunto della cucina vegetariana e vegana. Non giudichiamo naturalmente con categorie morali le scelte alimentari, solo cerchiamo e offriamo  consapevolezza anche a tavola. L’industrializzazione della produzione agricola e dell’allevamento è il nodo principale del nostro tempo, problematica che comunque riguarda anche il biologico e vegetariano.

Tornando al vostro locale, quali sono le principali peculiarità che i clienti possono trovare una volta entrati?

Il nostro ristorante è un ristorante d’albergo, quindi è organizzato in prevalenza per una clientela residente. La prima cosa rilevante è sicuramente la prima colazione che proponiamo con un percorso di 4 proposte principali, iniziando sempre con un estratto alcalinizzante di frutta e verdura per proseguire a piacere con i cereali e la frutta secca, il dolce e il salato. La nostra sala ristorante è luminosa e si affaccia su un’ampia terrazza dove si può mangiare all’aperto.

Il punto centrale della sala ristorante è riservato al buffet delle verdure crude e cotte, e in bella vista l’estrattore di succo vivo e alcuni libri per incuriosire sulle tematiche del mangiare sano, bere tanto e ridere, perché fa buon sangue come insegna lo yoga della risata. E naturalmente le ricette vegetariane ma anche quelle originali dell’antica cucina trentina.

Se doveste descrivere l’Hotel Acler con tre aggettivi, quali scegliereste?

Inaspettato, rigenerante, accogliente.

Chiudiamo con un sorriso: siamo nell’era degli slogan “piacioni”. Inventatene uno su due piedi per promuovere il vostro locale.

La salute vien mangiando!

Hotel Acler

Pubblicato in ristoranti

Intervista: zupperia “Cosa Bolle in Pentola – La Zupperia”

La Zupperia_evidenza

Da quanti anni è aperto “Cosa Bolle in Pentola – La Zupperia”? Raccontaci un po’ la tua storia e quella del tuo locale.

Abbiamo aperto a Febbraio 2013. Il nostro locale è nato con l’intento di offrire un’alternativa alla cucina tradizionale del nostro territorio, molto ricca di carne. Abbiamo pensato di proporre un piatto tradizionalmente semplice e povero ma allo stesso tempo gustoso, nutriente e molto versatile: la zuppa.

Proponi già un menù vegetariano o vegano ai tuoi clienti?

Giornalmente nel nostro locale vengono proposti piatti preparati esclusivamente con verdure e cereali. Ovviamente le zuppe, che sono la nostra specialità, ma anche antipasti caldi e freddi, insalate e torte salate.

Come sei venuto a conoscenza di MacroChef e cosa ti è piaciuto dell’iniziativa?

Una coppia di clienti ci ha parlato dell’iniziativa e ci ha segnalato alla vostra organizzazione. Siamo stati attirati dalla proposta innovativa e dalla possibilità di farci conoscere in questo segmento di clientela sempre più attenta al cibo e alla sua qualità.

Chi è abituato a mangiare soprattutto proteine animali considera l’alimentazione a base vegetale poco appetitosa. Esiste secondo te un modo per  far cambiare loro idea?

Si può far cambiare idea ma non è semplicissimo perché entrano in gioco la cultura e le abitudini radicate in ognuno di noi. Chi per scelta o per necessità si avvicina a questo tipo di cucina ha più facilità a sperimentare e scoprire gusti ed abbinamenti nuovi. Per convincere gli altri occorre impegnare più energie ma la sfida si può vincere: per noi e’ stata una grande soddisfazione servire una minestra di legumi ad una cliente che non mangiava cereali e verdure e vederla poi tornare con altri amici per far loro assaggiare le nostre zuppe!

Tornando al tuo locale, quali sono le principali peculiarità che i clienti possono trovare una volta entrati?

Cibo semplice ma buono e salutare; disponibilità e cordialità ed un ambiente giovane e famigliare.

Se dovessi descrivere Cosa Bolle in Pentola – La Zupperia con tre aggettivi, quali sceglieresti?

Originale, semplice e famigliare.

Chiudiamo con un sorriso: siamo nell’era degli slogan “piacioni”. Inventane uno su due piedi per promuovere il tuo locale.

“Cosa bolle in pentola”: dove le zuppe tornano di moda!

La Zupperia 1 La Zupperia 2 La Zupperia 3 La Zupperia

Pubblicato in ristoranti

La presentazione della Guida MacroChef a SANA 2014

Guida MacroChef - 1 Edizione

Guida MacroChef - 1 EdizioneIn occasione del SANA 2014 il Gruppo Editoriale Macro ha preparato un ricco programma di appuntamenti gratuiti tutti da scoprire. Di particolare interesse per tutti i golosi di cucina sana, vegana e vegetariana da non perdere lo speciale dedicato a The China StudyLa Rivoluzione delle Forchette Vegan“.

Ma l’appuntamento più importante per tutti i commensali di MacroChef sarà sicuramente la presentazione della Guida MacroChef 2014/2015, con tutti i ristoranti in cui gustare le appetitose ricette di The China Study e dei migliori bestseller di ricette vegetariane e vegane  del Gruppo Editoriale Macro.

Le presentazioni della prima Guida MacroChef si terranno Sabato 6 e Lunedì 8 Settembre 2014 dalle ore 11,45 alle 12,00, presso lo Stand del Gruppo Editoriale Macro al Sana di Bologna (Pad. 31 – Stand C27).

Per l’occasione sarà possibile chiedere gratuitamente la versione cartacea della Guida MacroChef, con tutti i Ristoranti.

Nel frattempo è possibile scaricarla qui in formato pdf, per avere la lista completa sempre con sé.

Pubblicato in news

Intervista: enoteca e spuntineria L’Arte del Bere e…

L'Arte del Bere copertina

Da quanti anni è aperta l’enoteca “L’Arte del Bere e…”? Raccontaci un po’ la tua storia e quella del tuo locale.

Il locale è aperto dal febbraio del 2011. Sono nata in una famiglia in cui il vino faceva parte della quotidianità. Mio nonno a Pisa nel ’72 è stato uno dei primi imprenditori ad aprire un’enoteca, poi è stato per diversi anni segretario nazionale della Fisar (Federazione Italiana sommelier e albergatori) e nei primi anni del 2000 è stato eletto Presidente. I figli, tra cui anche mio padre, vi hanno sempre lavorato all’interno e quindi il mondo dell’enoteca è una realtà che ho frequentato sin da quando ero molto piccola.

Per l’apertura del locale, siamo partiti veramente da zero, il fondo che abbiamo preso in affitto era un magazzino di moto! Abbiamo iniziato dalla ristrutturazione vera e propria e pian piano abbiamo visto il nostro sogno materializzarsi. E’ un locale molto eclettico: si va dalla somministrazione di alimenti alcuni anche molto particolari come i formaggi artigianali, alle vendita di vino anche biologico, con la possibilità di acquistare altre leccornie come oli, confetture, aceti, pasta al germe di grano, cioccolate e molto altro.

Proponi già un menù vegetariano o vegano ai tuoi clienti?

Sì, il pezzo forte vegetariano proposto da L’Arte del Bere e… è Il piatto Leggero che è composto da verdure miste e insalata, stracchino e caprese.

Come sei venuto a conoscenza di MacroChef e cosa ti è piaciuto dell’iniziativa?

Tramite un’amica. La cosa che mi è piaciuta è l’idea di una rete di locali dove gli utenti possono trovare prodotti sani e nutrienti.

Chi è abituato a mangiare soprattutto proteine animali considera l’alimentazione a base vegetale poco appetitosa. Esiste secondo te un modo per  far cambiare loro idea?

Presentando piatti sfiziosi e appetitosi e cercando di far passare il messaggio che il prodotto vegetale ha tanti degli elementi che si possono trovare nella carne e/o nel pesce, quindi ugualmente nutriente, ma, inoltre, anche più sano.

Tornando alla tua enoteca, quali sono le principali peculiarità che i clienti possono trovare una volta entrati?

Una vasta scelta di prodotti anche a km. 0 e piatti stagionali.

Se dovessi descrivere L’Arte del Bere e… con tre aggettivi, quali sceglieresti?

Cortesia, professionalità, familiarità.

Chiudiamo con un sorriso: siamo nell’era degli slogan “piacioni”. Inventane uno su due piedi per promuovere il tuo locale.

Bevi in compagnia, raddoppi l’allegria.

L'arte del Bere 1 L'Arte del Bere 2 L'Arte del Bere 3 L'Arte del Bere 4 L'Arte del Bere 5 L'Arte del Bere

Pubblicato in ristoranti

Intervista: bottega Giro Bio

Giro Bio 1

Da quanti anni è aperto la bottega “Giro Bio”? Raccontaci un po’ la tua storia e quella del tuo locale.

Giro Bio è aperto dal 1 dicembre 2012 ed è una bottega bio e take away vegano con la possibilità di consumare all’interno del locale. L’idea nasce dalla consapevolezza dell’importanza di produrre e consumare bio: la “mission” della nostra bottega è quella di divulgare il messaggio bio per una sostenibilità ambientale e un benessere personale.

Giro Bio è una nuova bottega del vivere bio, naturale e solidale. Vi sono presenti prodotti alimentari di qualità e informazioni per conoscere meglio ogni prodotto. Parliamo quindi del settore a coltivazione con metodo biologico e a filiera corta che, nonostante la crisi che imperversa nel nostro Paese, non ha subito arretramenti ma, anzi, continua a crescere.

All’interno è presente un salottino dove si può trascorrere qualche momento sorseggiando thè o una tisana, socializzando e con a disposizione della buona lettura. Tale corner viene puntualmente e periodicamente trasformato in spazio conferenze su temi inerenti al benessere in una visione olistica.

La pausa pranzo rappresenta, per molti lavoratori e studenti, una necessità. Il mercato offre,pur con delle varianti, lo stesso tipo di menu, con gli stessi ingredienti a volte poco salutare. Il nostro obiettivo è quello di poter offrire un pasto sano, alternativo e a prezzi contenuti.

Proponi già un menù vegetariano o vegano ai tuoi clienti?

Tutti i giorni vengono serviti piatti vegani con un’alternanza di, cous cous, riso, avena, orzo, farro ecc. legumi, tofu, seitan e verdure preferibilmente di stagione.

Come sei venuto a conoscenza di MacroChef e cosa ti è piaciuto dell’iniziativa?

Sono venuto a conoscenza di Macro Chef tramite un vostro agente. E’ interessante la possibilità che offrite nel far conoscere la cucina vegan e quindi anche il nostro locale.

Chi è abituato a mangiare soprattutto proteine animali considera l’alimentazione a base vegetale poco appetitosa. Esiste secondo te un modo per  far cambiare loro idea?

Alcuni nostri clienti all’inizio erano molto diffidenti, come del resto chiunque si avvicina a questa cucina, poi hanno modificato i loro giudizi. Hanno verificato con il palato e lo stomaco che i nostri piatti sono gustosi, appetibili e sopratutto leggeri, cosa rilevante per chi deve ritornare a lavorare e ha bisogno di essere sveglio ed avere energia. Superato il primo ostacolo molti ci chiedono consigli su come poter preparare a casa i piatti da noi offerti e acquistano i prodotti all’interno del locale.

Questa è la prova che si può far cambiare idea a chi è abituato a mangiare solo proteine animali, basta non essere integralisti ma proponendo e sopratutto facendo assaggiare cibi gustosi che non hanno niente di stravolgente. Il mondo vegetale ci offre una varietà di gusti e sapori con tutto l’apporto nutrizionale di cui necessitiamo.

Tornando al tuo locale, quali sono le principali peculiarità che i clienti possono trovare una volta entrati?

Le peculiarità da Giro Bio sono accoglienza, semplicità, disponibilità a condividere le varie positività che questa alimentazione offre, non solo sul piano etico ma anche per la nostra salute e quella del pianeta senza voler imporre nessuna verità ma sperimentando nella pratica i benefici.

Se dovessi descrivere Giro Bio con tre aggettivi, quali sceglieresti?

Accogliente. Informale. Prezioso. Una nostra cliente ha detto di noi – “cocoon” di benessere con un’anima etica, solidale, salutare. Un microcosmo come ne vorremmo vedere a migliaia!

Chiudiamo con un sorriso: siamo nell’era degli slogan “piacioni”. Inventane uno su due piedi per promuovere il tuo locale.

La preziosità per tutti.

Giro Bio Giro Bio 3

Pubblicato in ristoranti

Intervista: locale MondoCaffè

Mondocaffè 3

Da quanti anni è aperto il locale “Mondocaffè”? Raccontaci un po’ la tua storia e quella del tuo locale.

Mondocaffè è nato 5 anni fa. Dico è nato perché per me, Sarah (30 anni) e Gianluca (35 anni) mio compagno  e  socio, è stato come il nostro primo figlio. Da anni lavoravamo nel settore e insieme abbiamo voluto dar vita a un sogno  comune, aprendo qualcosa di nostro, in cui investire le nostre idee ed  energie  e così, prendendo 4 mura spoglie, abbiamo progettato e visto costruire piano  piano quello che è il Mondocaffè.

Il locale è aperto dalle 6:30 alle 20:00 ed offre colazioni, aperitivi e  piccola ristorazione. Mi piace definirlo come un amico che in questi anni è cresciuto e ci ha  aiutato a crescere, dandoci molti insegnamenti e aiutandoci a cambiare e  migliorarci per riuscire sempre più a creare un ambiente allegro ed  armonioso.

Proponi già un menù vegetariano o vegano ai tuoi clienti?

Proponiamo già qualcosa di vegetariano e abbiamo un’ampia lista di insalatone.

Come sei venuto a conoscenza di MacroChef e cosa ti è piaciuto dell’iniziativa?

Sono venuta a conoscenza di Macrochef da una cara amica e sono stata molto felice perché credo molto nel mangiar sano, imparando a volersi più bene ed avevo il desiderio di portare ancora di più questo messaggio nel nostro locale, quindi eccoci qua!

Chi è abituato a mangiare soprattutto proteine animali considera l’alimentazione a base vegetale poco appetitosa. Esiste secondo te un modo per  far cambiare loro idea?

Non so se sia possibile far cambiar idea a coloro che mangiano  prevalentemente proteine animali, ma probabilmente cercando di rendere  più  consapevoli i consumatori, sul fatto che noi siamo ciò che mangiamo e che, anche  attraverso il cibo, possiamo scegliere di donarci qualcosa di positivo o  negativo e questo va della nostra salute e vitalità, beh magari possono  pensarci un pochino di più.

Tornando al tuo locale, quali sono le principali peculiarità che i clienti possono trovare una volta entrati?

Mondocaffè è un luogo accogliente dove poter gustare una buona colazione, oppure dove potersi ritrovare per scambiare due chiacchiere davanti un colorato aperitivo, ma è anche un posto armonioso dove potersi fermare a pranzare, magari all’aperto visto il bel tempo.

Se dovessi descrivere Mondocaffè con tre aggettivi, quali sceglieresti?

Mondocaffè è accogliente, armonioso ed allegro!

Chiudiamo con un sorriso: siamo nell’era degli slogan “piacioni”. Inventane uno su due piedi per promuovere il tuo locale.

CERCHI IL POSTO ADATTO A TE? E’ MONDOCAFFE’ !

Mondocaffè 1 Mondocaffè 2

Pubblicato in ristoranti

Newsletter

Se vuoi essere avvertito sull'aggiornamento dell'elenco ristoranti e sulle fantastiche iniziative MacroChef iscriviti alla newsletter.

Categorie Blog

Iscrivi il tuo Ristorante

Hai un Ristorante? Puoi partecipare alla prossima edizione di MacroChef! Iscriviti gratis subito.

Suggerisci un Ristorante

Vuoi che il tuo ristorante preferito aderisca a MacroChef? Mandaci il tuo suggerimento, pensiamo noi a contattarlo!